Il fondo…

Stamattina mi sono chiesto fin dove si può arrivare – da parte di un’Amministrazione pubblica – senza rendersi conto che si sta toccando il fondo; ero in macchina (in Corso Alberto Amedeo a Palermo), bloccato senza speranza di poter capire quando sarei arrivato al mio “obiettivo”, con la corsia preferenziale intasata da tutti tranne che dagli aventi diritto.

Questo è solo uno dei problemi in cui si sta toccando il fondo, con calma parleremo di tutti gli altri; in sintesi, a Palermo si sta creando un circolo vizioso per cui ci si immobilizza in mezzo al traffico, non si arriva in orario al lavoro, i servizi diventano ancora più inadeguati, ci lamentiamo, ci arrabbiamo, il nostro corpo si ammala…ecc.,ecc.                                                                                                                        Anche l’espressione più comune del Palermitano è cambiata: fronte corrucciata e sguardo “western”, (direbbe Edika: perchè tanto odio?) come se uscire di casa fosse l’inizio di una battaglia uno contro tutti, come se l’importante fosse prevalere sull’altro, vincere e prevaricare… Eppure, sappiamo tutti che anche a Palermo, passate le ore di punta, torniamo delle persone, fragili, complicate, ma con un’anima…      

Ma adesso ho capito: forse dobbiamo toccare il fondo per risalire; un unico dubbio: sarà questo il fondo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...