I reality e la realtà

E’ curioso che alcuni programmi televisivi degli ultimi anni, fra l’altro fra i più visti in assoluto, si chiamino “tecnicamente” REALITY…

Se osserviamo criticamente alcuni minuti di queste trasmissioni, notiamo che di tutto si tratta, tranne che di REALTA’ (tradotto in lingua italiana dovrebbe significare questo, o no?): ad esempio, una ventina di ragazzi chiusi per giorni e giorni in una casa; ma dove è realtà? Speravo che nella realtà i ragazzi si incontrassero sì, ma non sempre nella stessa casa, e sempre loro stessi, e che tramassero per estromettersi a vicenda…se questa è la realtà, non mi piace (senza pensare che nella realtà – almeno quella che conosco io – non sono tutti con un fisico perfetto e tutti cretini…).

Credo che la realtà, quella VERA, sia più in alcune parole scritte da Anna Petrozzi su ANTIMAFIA DUEMILA, un sito molto interessante di informazione indipendente:

“(…)Innanzitutto spegniamo la Tv, il “braccio armato” del potere, che non ha più nemmeno bisogno della mafia e delle bombe, giacché le basta qualche puntata piccante dell’ultimo reality per eliminare nella distrazione generale i nuovi Paolo Borsellino. E informiamoci, sulla rete fino a che ci sarà permesso, confrontiamo le notizie, cerchiamo le fonti originali. Certo questo implica maggiore sforzo che stare seduti in poltrona a farsi bombardare di falsità e inebetire con gli specchietti colorati, ma è in gioco il futuro dei nostri figli, dei nostri nipoti. 

Occorre una rapida inversione di rotta. Nel nostro stile di vita passivo ed egoista per cui siamo disposti a venderci di tutto pur di mantenerlo, anche la nostra dignità di persone.
Non basta protestare.
E’ tempo di sapere, è tempo di scegliere, è tempo di cambiare.”

Consiglio di leggere tutto il testo, che si riferisce alle ultime vergognose vicende sui provvedimenti nei confronti di alcuni magistrati, fra cui Apicella e De Magistris, ma anche di Gioacchino Genchi, solo ultimi esempi di una nuova strategia per imbavagliare chi vuole avvicinarsi alla verità…pardon: alla REALTA’.

Annunci

2 risposte a “I reality e la realtà

  1. Non so se può interessare a qualcuno la storia di un ragazzo di 31 anni, commissario di polizia presso la questura di Agrigento “suicidato” da ignoti. Un morto senza giustizia, senza diritto alla autopsia che avrebbe potuto spiegare il perchè di un suicidio avvenuto con un colpo di pistola al torace, sparato dall’alto verso il basso, da una certa distanza (quale non si sa). Strano modo per suicidarsi: se non ci fosse di mezzo la vita, si potrebbe pensare ad una scena da film comico. Seguo con grande interesse i servizi giornalistici,tutte le informazche sembrano squarciare il fitto velo di omertà che copre i tanti misteri d’Italia. Il mio caro figliolo diceva:- Mamma, c’è più mafia dentro che fuori!
    Che ci fosse pronto un nuovo partito che avrebbe preso il posto di DC e PSI, lui ce lo aveva anticipato già al tempo degli incendi delle Standa
    quando non era stato richiesto nessun riscatto. Aveva scoperto troppe cose e una volta gli era sfuggito il suo dubbio sui servizi deviati.
    Una morte senza giustizia è una condanna alla disperazione. Il commissario Mario Manca è stato ucciso il 18/07/1995 e da allora speriamo che qualcuno parli.

    • Mi è riuscito difficile trovare delle parole che non rendessero banale una mia replica; certo che la sua, la vostra storia è interessante: credo che sia uno dei modi per non perdere consapevolezza del mondo in cui viviamo e per dare il giusto valore alle azioni e alla vita e alle azioni di alcuni nostri concittadini, che hanno avuto la coerenza, l’integrità e la forza che tutti noi dovremmo imparare ad avere. Le auguro di trovare Giustizia e serenità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...