Sincerità…fino alla fine!

L’ultimo Festival di Sanremo non mi ha fatto completamente schifo: alcune canzoni erano carine e orecchiabili (“Egocentrica” di Simona Molinari), o suonate bene (“Più sole” eseguita da Nicky Nicolai e Stefano Di Battista e con il testo scritto da Jovanotti), altre (poche) intense e diverse dal solito Sanremo (un po’ su questa linea Dolcenera, ma soprattutto “Il paese è reale” dei grandi Afterhours).

Ma la canzone che più mi ha colpito, come per tanti, è “Sincerità” di Arisa; occhialuta e nasona, timida e spesso vestita di nero, ha una voce bella e limpida. La canzone poi è positiva e rilassante, ma soprattutto risaltava al Festival per il modo di interpretarla: semplicissimo, senza fronzoli virtuosistici o tecnicisti…Brava Arisa!

Quello che vi propongo è un modo…alternativo di occuparsi di Arisa, ovvero “Fatalità” dei geniali Gem Boy: questa “nuova versione” della hit sanremese….mi fa morire!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...