Il ponte…

Tra qualche giorno sarà il 2 giugno, Festa della nostra Repubblica (chissà se sarà così ancora per molto…); sarà un martedì, quindi sarà l’ultimo giorno di un lungo”ponte”, che già sta iniziando oggi. Milioni di italiani – si stima, secondo la Federalberghi, 5 milioni e ottocentomila italiani – si dirigeranno verso le solite località (mare, città d’arte, laghi) per godersi le prime sensazioni estive. Anche in Sicilia, naturalmente, anche se le infrastrutture “fanno acqua” in più punti…

Infatti finora il ponte di cui si è più parlato nell’isola è quello crollato ieri mattina, al chilometro 46 della SS 426 Caltanissetta-Gela; o meglio: già una settimana prima un giunto di questo viadotto aveva ceduto improvvisamente, formando una specie di gradino che aveva provocato due feriti. Immaginiamo, supponiamo: sì, è vero, la statale in questione era già stata chiusa al traffico subito dopo l’incidente del “gradino”; è vero, gli incidenti capitano; ma mi/vi pongo queste domande: in che stato sono le nostre strade? Con che materiali sono state costruite? Dobbiamo sospettare altri “incidenti” in futuro? Ci saranno delle indagini che porteranno a una giustizia “giusta”? O ci saranno i soliti insabbiamenti, fatti con la stessa sabbia di cui sono fatte le autostrade siciliane? E il Ponte sullo Stretto? Ha senso usare i soldi così, anzichè migliorare la sicurezza delle fatiscenti strade siciliane?

Ma sì, buon Ponte a tutti! 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...