Archivi tag: palermitani

Buon Natale!!!

Ci siamo. E’ Natale, e tutte le famiglie cristiane si riuniscono per fare una cosa che spesso trascuriamo: stare insieme a chi si vuole e ci vuole bene. Spendiamo molto più tempo a lavorare, a comprare, a lamentarci, a pretendere, ad aggredire, a non sentire quella vocina dentro di noi che – non solo a Natale… – prova a spiegarci che la vita non è solo soldi, cose, lavoro, carriera, ma stare con gli altri, possibilmente la nostra famiglia; ma non sarebbe un cattivo gesto sorridere a uno srilankese che prova a lavare i parabrezza delle auto, o abbracciare un ragazzo rom che chiede l’elemosina, o – ancora meglio – offrire da mangiare a un senzatetto. Ecco, quel che mi auguro per questo Natale è che la parte buona di tutti noi Palermitani (ma ovviamente anche Siciliani, Italiani e abitanti del Mondo) prevalga – almeno un giorno ogni tanto – sull’ego che ci blocca quando vorremmo essere generosi, aperti, gentili e tolleranti…La fantasia è l’unico limite che dovremmo avere in questi casi…Buon Natale!!!

J'ai faim by Pierpaolo

Annunci

Diego Cammarata. Un uomo (minacciato) o un ologramma?

Spesso mi sono chiesto se Diego Cammarata – sindaco di Palermo ormai da una vita (dal 25 Novembre 2001, comunque troppo tempo) – fosse veramente un essere umano o un OLOGRAMMA.

Naturalmente vi chiedete perchè un ologramma. Certo. Non credo ci sia bisogno di dare chiarimenti ai Palermitani, ma per tutti gli altri (anche per lui) è corretto spiegarmi. Un sindaco, soprattutto di un comune grande e difficile come Palermo, ha tantissime cose da fare: amministrare, coordinare, essere presente nelle occasioni ufficiali, ma anche quando c’è un momento di crisi, dare risposte rassicuranti, ma anche concrete, e magari anche farsi benvolere. E’ vero, sono troppe cose e troppo impegnative per una sola persona, soprattutto se questa MISSIONE si fa senza PASSIONE, ma come se fosse un LAVORO. Ma -ammettendo che sia un lavoro-  come mai  bisogna “credere” che sia in Comune a fare il Sindaco, ma quasi tutti in città (tranne suoi amici, colleghi di partito, e addetti ai lavori) non lo trovano “in ufficio”? Come mai viene visto più alle occasioni mondane che al suo posto d’ufficio?

E’ per questo che ormai (affettuosamente) lo chiamo “l’ologramma”. E’ da una parte, ma è ANCHE da un’altra parte; e se è un uomo, è impossibile.

Ma -a parte gli scherzi tristi, sarcastici e un pò veri delle righe precedenti- oggi ho avuto una SORPRESA: ha ricevuto una busta con un PROIETTILE con una lettera di insulti e minacce. E oggi ho capito che è solo UN UOMO. Minacciato. In difficoltà. Io odio LA MAFIA. In tutte le sue forme. E anche se quasi tutte le scelte di questo sindaco sono state, secondo me, disastrose per Palermo, DIFENDO CAMMARATA…Minacciare con un proiettile è un gesto vigliacco e cattivo, MAFIOSO. E, secondo me, è intollerabile comunque, anche se Cammarata non è il sindaco migliore che potremmo avere.